Vuoi scoprire la mia ricetta segreta?

Spread the love

Oggi voglio svelarti la mia ricetta segreta per i macarons e per il tuo matrimonio.

Ieri per il compleanno di una mia carissima amica, ho avuto la richiesta da parte della festeggiata di prepararle i macarons.
Ho sempre avuto la passione per la pasticceria, ma mi sono sempre limitata a semplici preparazioni casalinghe…guardavo Bake Off e rimanevo a bocca aperta per quanto erano bravi pur non essendo professionisti.
Eppure ieri ero fermamente decisa ad assecondare il desiderio di Laura di preparale i deliziosi Macaron.

A dire il vero avevo due possibilità:

1.- andare in pasticceria e comprarli, onde evitare fare figure barbine con gli altri invitati;
2.- prendere una ricetta passo passo e prepararli io, con il rischio di fare una ciofeca imbarazzante.

Ok, lo ammetto…sono stata combattuta tra le 2 decisioni per un bel po’ – d’altronde nessuno ama fare brutta figura…
Ma poi mi sono decisa a provare, aggrappandomi all’unica convinzione in grado di aiutarmi in quel momento:
“Ok, la pasticceria è una scienza, devi solo seguire gli stessi passi che altri hanno già studiato, e verranno bene anche a te”

Quindi mi sono messa all’opera, decisa a seguire ogni singola istruzione, per quanto a me potesse sembrare inutile… per esempio… che differenza vuoi che faccia se la farina la setaccio oppure no… beh, la differenza c’è eccome!
Se lo hanno scritto si vede che quello è il modo migliore per ottenere il risultato migliore. 
Avranno fatto delle prove prima senza setacciare la farina e sarà uscito un “mappazzone”, quindi avranno ben pensato di scriverlo per aiutare gli altri a non fare lo stesso loro errore.
 
Ho preparato gli strumenti e gli ingredienti e poi via:
• mescolare 150 gr di zucchero a velo non vanigliato con 150 gr di farina di mandorle e i semi di vaniglia;
• passa il tutto velocemente al mixer e successivamente al setaccio;
• aggiungere poco alla volta 55 gr di albume d’uovo invecchiato di 3gg (vuol dire che lo devi separare dal tuorlo e tenerlo in frigo in un contenitore chiuso a riposare per 3 gg) e impastare il tutto con una marisa;
• montare a neve altri 55 gr di albume invecchiato con 15 gr di zucchero semolato;
• cuocere 150gr di zucchero semolato con 30 gr di acqua fino quando bolle;
• versare a filo lo sciroppo sugli albumi montati continuando a fare montare;
• unire la meringa ottenuta al primo composto in 3 volte mescolando delicatamente e poco;
• con la sac-a-poche (bocchetta n°8) in verticale stendere sulla carta da forno. Circa 2cm di diametro;
• lasciare riposare per circa 25 per far formare la pellicina;
• cuocere a 140° per 15 minuti;
• lasciare raffreddare, accoppiare e farcire con la ganache o crema al burro;
 
Ok. Questo è ciò che ho fatto passo passo e il risultato è stato strabiliante!!!
Al compleanno successo strepitoso!
Ora so che ti stai chiedendo cosa c’entra questa storia che ti ho raccontato, con te e con il tuo matrimonio.
Ascoltami bene perché ora ti torna tutto chiaro.


No, non voglio farti preparare macaron per tutti gli ospiti!!!!!

In questo momento, tutto quello che devi fare per organizzare il tuo matrimonio ti sembra solo una marea di roba: troppa e difficile da coordinare con il resto della tua vita.

Non ti stai godendo i preparativi, e temi che, come hai già sentito dire, sarà lo stesso anche il giorno delle tue nozze.
E hai ragione, sarà esattamente così!

Ecco perchè ho voluto semplificarti la vita per non farti arrivare al tuo matrimonio distrutta e con lo stress ai livelli di guardia.
Ecco perchè ho deciso di creare un METODO SLOW e scriverci anche un libro. Una ricetta perfetta per ottenere anche tu quello che meriti: viverti a pieno il tuo matrimonio e averne per sempre memoria.

Quindi…
ricordi le mie due strade, prima di decidere di mettermi a impastare?
Adesso, hai 2 strade anche tu…
1 Accontentarti di quello che hanno sempre “cucinato” gli altri, rischiando però di non goderti nulla di quegli istanti.
2 Leggere il libro Slow wedding e scoprire il mio metodo T.I.M.E.

La cosa bella?
Proprio come me ieri sera, sarai contenta anche tu non appena i tuoi ospiti “assaporeranno” il tuo matrimonio Slow.
In più, i tuoi amici e famigliari che sono venuti per festeggiare con te, resteranno piacevolmente sorpresi della tua costanze presenza, per aver trovato il tempo per stare con loro e goderti la loro compagnia, rendendoli davvero co-protagonisti di questo evento.
Ma siamo sempre li…
Se non hai la ricetta scientifica, passo passo, rimani sempre ferma.
Fortunatamente però, nel libro troverai tutto quanto, con tanto di esempi pratici.
P.S. Vuoi ancora dannarti l’anima chiedendoti con quale effetto wow rendere “unico e indimenticabile” il tuo matrimonio?! Io non credo dai…

P.P.S. Se un giorno vorrai provare a seguire la ricetta passo passo dei macrons, mi raccomando attendo la foto del risultato finale con tanto di commento!. Trovare il tempo per farli è inoltre un bel esercizio per imparare a gestire la fretta! 😉 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *